29
Mar 2016

Gli sportivi, eroi antichi e moderni

Siamo tutti figli dell’antica Grecia. Nello sport più che mai. Chi non conosce il mito che dà origine alle Olimpiadi. Evento durante il quale addirittura tacevano le armi per un periodo di tregua. Si chiamava “ekecheria” che significa “mani ferme” e permetteva la partecipazione di tutto il mondo greco alla manifestazione in cui i migliori si confrontava nella corsa a piedi e dei carri, nei lanci, nella lotta e nel pugilato.

I protagonisti, allora come ora, assurgevano ad un ruolo che andava oltre la pratica sportiva.

Entravano di diritto nei racconti, venivano rappresentati nelle statue a imperitura memoria. L’evento stesso era collegato ad un atto divino. Si svolgevano di fatti sul sito dedicato a Zeus (n.d.a. vedi anche il mio racconto su Olimpia), ed in quanto tale, l’esercizio fisico doveva essere votato alla sacralità. Anche gli dei Greci, poi ripresi dai Romani, erano fisicamente di una bellezza plastica che possiamo definire atletica. Zeus, Apollo, Era, Poseidone, belli, forti, muscolari ed estetici come atleti appunto.

Il premio per aver vinto le Olimpiadi era un ramoscello di Ulivo, l’antesignano delle medaglie, ed era simbolo della vittoria ma anche della gratuità dell’evento.
Una gratuità a cui, insieme alla gloria, faceva seguito una vita di agio. In alcun casi anche una carriera politica che si sa non disdegna la notorietà conquistata in altri campi. E forse anche per questa ambizione, non di meno, gli scandali erano già presenti.

Gli scritti del tempo narrano di uso di erbe e funghi, il primo doping, così come di corruzioni realizzate o tentate.

Ma pur sempre di Eroi parliamo. Che travalicano il tempo ed arrivano fino ad oggi.

stadio-di-olimpia

Stadio di Olimpia

E anche oggi gli sportivi sono considerati al pari di quelli antichi. Vivono una dimensione, soprattutto negli sport super professionistici, di grandissima visibilità ed in molti casi inavvicinabilità.
Nel periodo del loro massimo vigore atletico, plasmano se stessi sullo sport che vivono e lo rappresentano in modo totale. Usain Bolt porta il nome del lampo e lui è fisicamente l’atletica !

Se pensi ai 100 metri visualizzi immediatamente il suo gesto rivolto verso il cielo, verso gli dei.

E se parliamo di Basket è impossibile non pensare agli semi dei della NBA (a scelta tra Kerry o LeBron James oppure gli altri incredibili super atleti di ieri). Haile Gebrselassie nella maratona. Nel calcio Messi o Ronaldo. E’ così che avviene anche la trasformazione del loro numero in simbolo. Il 23 di Jordan, il 32 di Magic, il 10 di Messi o di Maradona, il 7 di Ronaldo o di Best, numeri che automaticamente trasmette messaggi. Possiamo fare questo esempio in decine di sport e di personaggi di oggi e di ieri. Ma resta il fatto che per questi uomini la loro stessa carne è immagine dello sport che hanno praticato.

E loro, Eroi in vita o Semi dei alla morte soprattutto se tragica, sono eredi di quei miti che tramite il gesto atletico collegano l’uomo alla divinizzazione dell’uomo stesso. Tramite loro vediamo Apollo così come tramite le gare dell’antica olimpia si beatificava Zeus.

-.-

Col tempo si sa, la forza di gravità attira verso la terra anche i miti più alti. La discesa verso terra degli eroi si avvera oggi sui social media. Qui assistiamo ad autentiche adulazioni di “campioni” a dir poco normali il cui merito non è declamato da alcun canto omerico. Sono sportivi nella forma basilare, talvolta priva di autentica conoscenza dello sport e, dico anche chiaramente, positiva per i fatto stesso di essere praticata. Ma privo di richiamo ad alcuna particolare assonanza con gli Eroi o gli dei. E’ come aver fatto cadere a terra un moderno Icaro che più che verso il sole, al meglio volava nell’intorno del camino di casa. Mi piace tuttavia il senso ironico di taluni che alla fine ci ricordano che pur sempre si tratta di “chiamarsi bomber senza apparenti motivi” o come diceva Luciano : “Elephanta ek myias poieis” quando sosteneva di voler terminare un discorso per non “Far di una mosca un elefante.”

Bolt_2676803b

Usain Bolt

cheap bridal veil

cocktail dresses
Daniele Barbone

46 anni nato ad Alessandria, felice papà di Tiziano, vive tra Novara e Milano.

Leggi la bio

Instagram

  • Il nuovo allenatore della Juve è.....
The new coach of Juventus football club is....
#football #Juventus #seriea #juve #paratici #Sport #calcio #cr7 #finoallafine #premiogentleman #sansiro #gazzetta #calciomercato #coach @juventus @juvefanpage
  • Grazie ai tanti amici che si sono messi a disposizione di @cesvi_onlus Da soli si va (forse) veloce, ma insieme andremo lontano. @silvia_squizzato @laurasquizzato due giornaliste amate dal pubblico e pronte ad aiutare i nostri progetti.
#cesvi #cesvi4children #ifattivostri #rai #glam #roma #green #CesviPeople #charity #twins #gemelli
  • Anche nel mondo della corsa ci son imbrogli. A tutti i livelli. Da sempre. Ne parliamo in #correrecambialavita 
#run #corsa #imbroglio #fake #fakenews 
#correre #info #LSWR #news #maratona #mezzamaratona #olimpiadi #olympia
  • Allenarsi con i tecnici della nazionale di #boxe italiana. Conoscere un campione come @robertocammarelle assistere a match internazionali. La nobile arte del pugilato è affascinante. Per me che sono un runner integra gli allenamenti alla perfezione. #Sport #match #pugilato @la_storia_del_pugilato #olimpiadi #medal #crosstraining #runningclubvenezia
  • Padova Marathon tra #cultura, #sport, #amicizia. E dopo il traguardo il sapore del metallo. #padova #padovamarathon #unindustria #ggi #confindustria #veneto #correrecambialavita #run #medal #correre
  • Gesù grande camminatore. Tra le genti o solo era instancabile. Un capitolo del mio libro dedicato a Lui ripercorrendo luoghi meravigliosi del Suo percorso. Buona Pasqua #gesù #pasqua ##JesusTrail #venerdi #runningclubvenezia #cclv #LSWR #correre #israele #buonapasqua #camminare #walk #correre #run
  • In quella domenica entrò in città a dorso di un mulo. Era insolito per lui abituato ad andare a piedi sia da solo che con grande seguito. In quell'ingresso le genti lo accolsero con palme sventolanti segno di giubilo. Eppure da li a poco tra lui e Barabba scelsero quest'ultimo. È tipico dell'uomo con le sue contraddizioni che ambisce al bene e che agisce spesso per il male. Ma per ogni male esiste una Pasqua. Segno che la speranza non tramonta, anzi risorge ogni volta. Buona inizio di settimana di Pasqua e buona domenica delle palme. #Palme #BuonaDomenica #JesusTrail #CorrereCambiaLaVita #run #jesus #sunday #domenica #pasqua
  • Con @danielecassioli campionissimo di sci nautico. Al #runningfestival abbiamo relazionato su sport e #teambuilding 
Ognuno di noi ha abilità e disabilità. È la bellezza di essere diversi. Solo insieme possiamo essere meglio uno per l'altro. Grazie a @retedeldono per aver organizzato questa bella conferenza.
#milan #milano #paralimpico #scinautico
#run #correrecambialavita #cesvi #people #okday #sport
  • Eventi primavera. Tra conferenze tematiche e presentazioni del mio ultimo libro avremo 7 date ad Aprile e Maggio per vederci in diverse regioni. Save the date. #eventi #correre #libro #primavera #cesvi #green #cambiamentoclimatico #europa #padova #novara #milano #roma #udine #lions #child #running
  • Run in desert place. Amazing for hearth, the soul, the body. 
Deserto di Giudea. E con me Lola, cane che corre.
#run #correre #correrecambialavita
#deserto #desert #heart #dog #cane #israel #runnersidiventa #soul
  • La vita è troppo breve per essere egoisti. E allora vivi, ama, ridi, dona tutte le tue capacità, che nessun momento passi invano. La fine del percorso non sai quando e dove può essere. Buona giornata amici di questa meravigliosa corsa chiamata vita. #BuonaGiornata #CorrereCambiaLaVita #caribe #100kmdelcaribe #maratona #carrera #run #corsa #cesvi @100kmdelcaribe @cesvi_onlus
  • Ti piace vincere facile ? 
Elogio della fatica. Perché nessun risultato arriva senza questa potente alleata. 
#fatica #pain #correre #libro #correrecambialavita #target #clip #running #run #read

Follow Me!