10
Jul 2020

“la proclamo dottore in Scienze Motorie e Sportive”

Con queste parole ho completato oggi un percorso avviato quasi tre anni fa. E’ stato un cammino di cui sapevano pochissime persone.

Un tragitto fatto di esami superati di slancio ed altri che mi han fatto un po’ penare. Di giorni tolti al relax ed alla famiglia e dedicati allo studio. Così come di pause pranzo in ufficio su libri e dispense, con un panino in mano.

Di compagni di studio con cui ho condiviso il percorso, gli appunti, l’ansia pre esame e la soddisfazione o la frustrazione per un voto.

Perché ho scelto Scienze motorie e sportive e perché tornare dopo anni sui banchi ? Volevo far crescere il mio bagaglio di conoscenze sia su aspetti tecnici che culturali. Ne avevo avvertito il bisogno già durante la scrittura dei miei due libri. Non mi basta praticare lo sport. Voglio capirlo in modo molto approfondito e divulgarlo con competenza e semplicità.

Una laurea a 48 anni è quindi una matura, lucida, follia individuale.

Anche la tesi è rappresentativa di questa mia visione.

Titolo : “Olimpiadi e Diplomazia. Due facce della stessa medaglia”.

Lo sport, continuo a ribadirlo, non è solo esercizio fisico. Va quindi approfondito secondo più punti di vista e nei suoi significati individuali e collettivi Tra questi anche gli aspetti storici, culturali, sociologici e politici sono rilevanti.

Faccio un esempio per rendere immediatamente visibile questa riflessione.

Esiste un simbolo che unisce nell’immaginario atleti, eroi e laureati. E’ l’alloro che ne cinge la testa.

Richiama a gesta di sportivi greci, vittorie di generali romani, versi di poeti medievali, proclamazione dei laureati.

E proprio quando un generale rientrava a Roma dopo una grande vittoria , sfilava per le strade su un carro e raccoglieva gli onori dalla folla mediante il corteo trionfale. Sul suo capo un servitore reggeva un alloro, segno della gloria raggiunta. Ma al tempo stesso aveva il compito di ricordare all’orecchio dell’eroe il “memento mori” per richiamarlo alla sua natura umana e provvisoria.

Ogni traguardo raggiunto ha questa duplice lettura e l’alloro raggiunto oggi me lo ricorda.

Per questo come sempre metto a disposizione di chi vorrà, quello che ho appreso. Senza la presunzione di sapere tutto e con la curiosità di chi ha ancora molto da imparare.

 

Alloro

 

cocktail dresses
Daniele Barbone

48 anni nato ad Alessandria, felice papà di Tiziano, vive tra Novara e Milano.

Leggi la bio

Instagram

Instagram did not return a 200.

Follow Me!